Crea sito

Chi Siamo…

“Se hai una moto, hai una storia da raccontare…”

Helmets kiss

Ne esistono a migliaia di aforismi e modi di dire riguardanti il mondo delle moto e dei motociclisti, dai più “tamarri” a quelli più “filosofici”; ne abbiamo sentiti e letti da ogni parte in questi anni passati in sella… tra mari e monti, in lungo e in largo…ma questo è sicuramente quello che più ci ha ispirato.

Il nostro intento, con questo blog, è quello di tenere traccia e di raccontare non solo i viaggi, ma anche le situazioni e le sensazioni “lette” in chiave motociclistica: la moto non è solo un semplice mezzo di trasporto a due ruote, ma racchiude l’essere ed il pensare “motociclista”… è questo che fa la differenza.

Daybreak nasce dalla voglia di spezzare la monotonia quotidiana facendo di ogni viaggio, anche il più breve, una piccola avventura come massima espressione di una passione comune che prende vita e ci guida attraverso una giungla di cemento, fino ad arrivare alla ricerca della natura più o meno selvaggia.
Nasce dalla nostra quotidiana voglia di viaggiare, di esplorare luoghi sempre nuovi e di assaporare l’avventura e tutte quelle emozioni che solo una due ruote è in grado di offrire.
Nasce dall’ esperienza di un “Centauro” di lungo corso e della sua “Zavorrina” che, a volte con entusiasmo, a volte meno, si ritrova ad essere complice e compagna di qualcosa che va al di là di un semplice nastro di asfalto da seguire.

Perché per noi che viviamo la moto ed il motociclismo, la vera meta è il viaggio stesso ed un vero motociclista è tale anche quando non è in sella alla sua amata moto.

 

Federico: il Centauro.

Il centauro

Classe 1984, impiegato.

Nel 2009, coronando un sogno, acquista il suo primo BMW R1200 GS: è amore fin dai primi giretti.
Da allora tanti viaggi in giro per l’Italia e qualche volta anche fuori; molti i chilometri percorsi, soprattutto in solitaria, tanta la passione per tutto ciò che ha un motore (preferibilmente che sia adeguatamente rumoroso).

La motocicletta ed il motociclismo per lui non rappresentano solo una passione o un modo di evasione dalla realtà quotidiana ma, con buona pace di Giulia che lo sopporta, spesso sfociano in un vero e proprio culto che settimanalmente lo porta, in una sorta di pellegrinaggio, verso le mete più ambite tra passi montani, mari e sconfinate campagne.

Oggi la GS non c’è più ma la passione non è cambiata, anzi… da quando ha conosciuto la sua compagna di viaggio, la sella del passeggero è sempre per lei: prima sulla Triumph Street Triple R ed ora sulla Ducati Multistrada 1200 S Touring.

 

Giulia: la Zavorrina

La Zavorrina

Classe 1988, studentessa.

Da sempre attratta dai mezzi di trasporto a due ruote che vedeva in televisione e sulle strade, possiede solo la patente B e le uniche moto guidate sono state quelle delle sale giochi; nonostante tutto piegava fino in fondo e vinceva ogni gara tentando di imitare Valentino.
Il tutto scema durante la crescita, si appassiona di musica e finisce anche per fare la speaker radiofonica. Becca il primo motociclista ed il primo giro gratis solo nel 2011, ma è decisamente quello sbagliato: itinerario corto e nessun coinvolgimento…next please.

E’ il 2013 quando conosce quel celebroleso del Centauro, che considera solo dopo avergli sentito dire “la mia moto”.  Un’uscita ed è subito amore…per la sua Street, poi il resto è venuto da solo. Ormai è nel tunnel, segue il suo pilota e non solo nelle semplici pieghe, ma in tutte le sue proposte, per quanto folli o improbabili.

Ha imparato, e continua a farlo, ad essere una vera e propria Zavorrina, spinta dalla voglia di viaggiare (e di mangiare!).
Quella sella è sua e guai a chi si avvicina!

 

P.S. Questo blog non pretende di dirvi tutta la verità, nient’altro che la verità (lo giuriamo) sul mondo delle moto e del motociclismo. E’ un progetto completamente amatoriale, non siamo degli esperti e neanche dei professionisti…soprattutto nessuno di noi ha la “scienza infusa” nel suo essere. Raccontiamo solamente il nostro personale punto di vista ed accogliamo volentieri qualsiasi suggerimento o commento costruttivo, pertanto ci riserviamo il diritto di cancellare o bannare qualsiasi uso improprio degli interventi esterni se ledono la sensibilità altrui: in poche parole non si offende ne si viene offesi da nessuno qui! Siamo tutti amici!

 

Have fun!